Comune on-line
Consulta l'Albo Pretorio on-line
Servizi al cittadino e alla pubblica amministrazione
Comune on-line

IMU on line

IMU - IMPOSTA MUNICIPALE UNICA

L'istituzione dell'imposta municipale propria è anticipata, in via sperimentale, a decorrere dall’anno 2012, ed è applicata in tutti i comuni del territorio nazionale fino al 2014 in base agli articoli 8 e 9 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, in quanto compatibili, ed alle disposizioni che seguono. Conseguentemente l’applicazione a regime dell’imposta municipale propria è fissata al 2015.
PER L'ANNO 2013 SONO STATE CONFERMATE LE ALIQUOTE DI CUI ALLA DELIBERA DI C.C. n. 8 DEL 29-5-2012

RIFERIMENTI NORMATIVI

  • Decreto Legislativo 30/12/1992 n. 504 (artt. 1-15)
  • Decreto Legislativo 14/03/2011 n. 23 (artt. 8-9-14)
  • Decreto Legge 06/12/2011 n. 201 (art. 13). "Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici. (Gazz. Uff. 6 dicembre 2011 n. 284 - Suppl. Ord. n. 251/L)"
  • Testo del D.L. 201/2011 convertito in legge con le modificazioni apportate durante la conversione in legge, votata al Senato il 24 Aprile 2012.

Chi deve pagare l'IMU

L'imposta municipale propria è dovuta in caso di possesso di immobili di cui all'articolo 2 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, ivi comprese l’abitazione principale e le pertinenze della stessa.

Per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente.

Per pertinenze dell'abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo.

Versamenti

Si effettuano in 2 rate di pari importo scadenti rispettivamente il 16 giugno e il 16 dicembre oppure in una unica soluzione entro il 16 giugno.

Per la prima casa è stato introdotto un versamento in tre rate per l'IMU con scadenze: 16 giugno, 16 settembre e 16 dicembre.
Considerando che il 16 giugno è sabato, il 16 settembre è domenica e il 16 dicembre è domenica, le scadenze effettive sono: 18 giugno, 17 settembre e 17 dicembre

Modalità

Il versamento dell’imposta, in deroga all'articolo 52 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, è effettuato secondo le disposizioni di cui all’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, con le modalità stabilite con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate, "il versamento si effettua esclusivamente con il modello F24".